Torna il festival dedicato alle eccellenze agroalimentari – L’edizione numero 9

Press 2018
5 Settembre 2019
Presentazione 9° Edizione
16 Settembre 2019

Non smette di crescere l’appuntamento con “Le Forme del Gusto – Festival delle Eccellenze Agroalimentari” che, giunto ormai alla nona edizione, si presenta ancor più allargato e ricco di spunti dedicati ai prodotti del Lodigiano e della Lombardia. Infatti, per la prima volta, l’evento si terrà su tre giorni interi, dalle ore 9 di venerdì 27 alle ore 20 di domenica 29 settembre, nel centro di Lodi, tra piazza della Vittoria e piazza Broletto, sedi delle mostre-mercato, e nelle altre location della manifestazione, alla scoperta non solo delle novità in tema enogastronomico, ma anche delle bellezze artistiche, storiche e naturali del territorio.

Il Festival è promosso dalle maggiori realtà economiche e associative del Lodigiano, anche quest’anno coinvolte in una vetrine di quanto di meglio offrano le filiere agroalimentari lombarde: Confartigianato Imprese Provincia di Lodi, Asvicom della Provincia di Lodi, Unione Artigiani e Imprese di Lodi, Coldiretti Milano, Lodi e Monza Brianza, Confagricoltura Milano, Lodi e Brianza, Confcommercio con l’Associazione territoriale del Basso Lodigiano e l’Unione del Commercio, del Turismo e dei Servizi della Provincia di Lodi.

Il patrocinio e il sostegno è di Regione Lombardia (con la partecipazione diretta negli stand di Explora e di Ersaf – Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste), Provincia di Lodi, Comune di Lodi, Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi, Assolombarda in collaborazione con Fipe – Federazione Italiana Pubblici Esercizi, Associazione Macellai della Provincia di Lodi, ArteVino Maleo, Strada del Vino San Colombano e dei Sapori Lodigiani, Navigare l’Adda, Consorzio Volontario Vino Doc San Colombano, Associazione Provinciale dei Panificatori del Lodigiano, Lodi Export, Onav – Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino Lodi, Fisar Lodi, Pro Loco Lodi, Sal – Società Acqua Lodigiana, Minimals.

Il sostegno alla manifestazione è offerto anche dalla Banca di Credito Cooperativo Laudense di Lodi, con anche il contributo di Calicantus, Tecno Service, Benelli Consulenti Assicurativi. Sponsor Tecnici Livraghi Progetto Casa e Metronotte Vigilanza Piacenza. Media partner “il Cittadino”, quotidiano del Lodigiano e del Sudmilano, e Radio Number One.

 

Le eccellenze in mostra…e in vendita

Il cuore de “Le Forme del Gusto” sarà anche quest’anno, in una rinnovata cornice con più di sessanta stand, la mostra-mercato di piazza della Vittoria dedicata alle eccellenze agroalimentari di oltre cento imprese presenti in forma singola o associata, che aprirà in tutti e tre giorni dell’evento con orario continuato dalle 9 alle 20, affiancata dalla mostra-mercato dedicata alla carne, tra tagli tradizionali e preparazioni adeguate ai giorni d’oggi, nella vicina piazza Broletto, proposta a cura dell’Associazione territoriale dei macellai. Alcuni appuntamenti, poi, verranno ospitati dal complesso monumentale dell’ex Convento di San Cristoforo in via Fanfulla 14, sede della Provincia di Lodi.

L’apertura

L’inaugurazione ufficiale del Festival 2019, alla presenza delle autorità e delle massime istituzioni del territorio, è fissata alle ore 18 di venerdì 27 settembre sotto l’ottagono che, proprio al centro della piazza, ospiterà tutte le principali conferenze e gli showcooking inseriti in programma. Al taglio del nastro sono stati invitati il Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, l’Assessore regionale al Territorio Pietro Foroni e l’Assessore regionale al Turismo Lara Magoni, che dichiara: “Eventi come “Le Forme del Gusto” valorizzano le eccellenze locali, facendo riscoprire le tradizioni ed i sapori di luoghi che fanno della nostra Lombardia una terra unica. Da sempre turismo ed enogastronomia rappresentano un binomio vincente: oggi il turismo è cambiato, il visitatore è diventato curioso ed è alla ricerca di esperienze innovative, prodotti di nicchia che però ben rappresentano i territori. Ebbene, questo Festival regala agli appassionati sapori e profumi autentici del Lodigiano, realtà che può offrire davvero tanto ai turisti. Rivolgo dunque i miei più vivi complimenti agli organizzatori della manifestazione, capaci di dar vita ad un’efficace operazione di marketing territoriale, in grado di esaltare un “turismo dei territori” che Regione Lombardia sostiene con impegno e determinazione”.

A seguire, alle ore 19.30, proseguendo nel fortunato abbinamento con l’altra manifestazione di eccellenza dell’enogastronomia provinciale, si terrà in San Cristoforo la presentazione ufficiale della 31esima edizione della “Rassegna Gastronomica del Lodigiano”, con una serata a invito curata dalla Strada del Vino San Colombano e dei Sapori Lodigiani e dal Consorzio Vino Doc San Colombano.

Il gusto del “Bello”

Anche quest’anno “Le Forme del Gusto” non si limiterà ad esplorare la dimensione del cibo e del “buono”, ma proporrà molteplici occasioni per affinare il gusto del “bello”, in un connubio tra agroalimentare e turismo che rappresenta da sempre la chiave del grande successo del Festival, come ha sottolineato anche l’Assessore Magoni. Non mancheranno alcune novità rispetto alle edizioni precedenti, a cominciare dai percorsi guidati alla scoperta del patrimonio storico e artistico di Lodi, che diventano tre con la nuova proposta su “Le Forme della Città”, dedicata ad architetture e stili del centro, che si aggiunge a quelle già collaudate focalizzate su piazza della Vittoria e dintorni, vero scrigno di tesori come la Cattedrale, la Chiesa dell’Incoronata e il Broletto, e sul complesso conventuale di San Cristoforo e San Domenico. Ogni giorno sono previsti due itinerari diversi, uno al mattino e uno al pomeriggio, sempre gratuiti e della durata di circa un’ora.

E anche quest’anno non potrà mancare l’esaltazione del “Gusto per la natura” con le crociere in barca sull’Adda, tutte con partenza dal pontile dell’Isola Bella a Lodi, con musica e, in questa edizione, anche la possibilità di consumare il brunch o l’aperitivo a bordo, mentre si copre il percorso, anche qui di un’ora, dalla cascata di Lodi in direzione di Corte Palasio.

In tema culturale, nel programma de “Le Forme del Gusto” spazio anche alla rievocazione di una delle più note e amate “penne” italiane, Gianni Brera, nel centenario della nascita. Infatti, domenica 29 alle 16.15 si terrà, a cura di PMP Edizioni, l’evento “Brera 100: storie di sport e di cibo nelle pagine del grande giornalista lombardo”.

Dai campi alla tavola

Il cibo, naturalmente, è il protagonista principale del Festival, in un percorso che attraversa tutta la filiera, dai campi alla tavola e proprio a questi due estremi dell’itinerario del gusto si collocano gli approfondimenti del sabato e della domenica. Il 28 settembre, alle 10.15, con la firma di Coldiretti si parlerà di sicurezza alimentare alla presenza, fra gli altri, dell’Assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi, dell’europarlamentare e componente della Commissione per la Sicurezza alimentare del Parlamento UE Silvia Sardone, del Presidente nazionale degli allevatori delle razze Frisona e Jersey, Fortunato Trezzi e del Presidente interprovinciale di Coldiretti Alessandro Rota.

Nel pomeriggio, alle 16, toccherà al convegno sul Made in Italy promosso da Confagricoltura con il suo Presidente nazionale Massimiliano Giansanti e gli industriali Roberto Brazzale e Laura Ferrari. Nel mezzo un fantastico showcooking “stellato” con lo chef Claudio Sadler, premiato protagonista della Guida Michelin, invitato da Confcommercio e Fipe a unire la cucina “moderna in evoluzione” ai prodotti del territorio, insieme alla nota scrittrice e critica gastronomica Roberta Schira.

Sempre sabato, alle 18, la conversazione sul vino, per interrogarsi su conformismo e paesaggi del nettare d’uva con lo scrittore Camillo Langone, il Presidente nazionale Onav Vito Intini e il Presidente del Consorzio di San Colombano Diego Bassi. Chiuderà la giornata, alle 19, con le nuove tendenze tra piatto e shaker lo “showcooking & mixologist” del lodigiano Alessandro Bigatti, finalista all’ultima edizione di MasterChef.

L’arte del saper fare il food

Gli approfondimenti de “Le Forme del Gusto” 2019 ripartono domenica 29 settembre alle 10.15 con il saper fare artigiano nel settore alimentare: l’Assessore regionale allo Sviluppo economico Alessandro Mattinzoli, il Presidente nazionale e lombardo di Confartigianato Alimentazione Massimo Rivoltini, il docente dell’Università Cattolica Lorenzo Morelli, Direttore del Dipartimento di Scienze e Tecnologie alimentari per una filiera agro-alimentare sostenibile, e la già citata Roberta Schira, autrice del libro “I Nuovi Onnivori”, converseranno sul futuro del patrimonio enogastronomico e sulla cultura della produzione di qualità. A guidarli il noto giornalista e critico enogastronomico Edoardo Raspelli, ormai amico fedele delle “Forme del Gusto”, che già sabato condurrà anche l’incontro di Coldiretti insieme ad Elena Moràn.

Alle 11.45 di domenica 29 è previsto, poi, lo showcooking del gruppo Ristoratori “Pestettieri” della Liguria, in una contaminazione di gusto fra eccellenze liguri, lombarde e lodigiane. Torna alle 17 l’attesa gara di abilità nella preparazione della “Raspadüra” lodigiana, con una giuria di alto livello tra rappresentanti istituzionali ed esperti. Alle 18.30 la chiusura del programma è affidata a uno showcooking che valorizza i prodotti lodigiani con le nuove tecniche culinarie dello chef Alessandro Lochi del ristorante “La Mondina” di Marudo.

Scuole protagoniste e laboratori per tutti

Pubblico ma anche scuole saranno infine coinvolti nei laboratori del gusto disseminato lungo il programma della tre giorni, tra dolci, formaggi e un doppio appuntamento dedicato agli alunni di elementari e medie del territorio. Infatti, venerdì 27 settembre, la kermesse si aprirà alle 9 con gli eventi denominati “A scuola di Gusto e di Nutrizione”: il laboratorio dal chicco di grano al pane di Coldiretti Donne Impresa per i bambini delle elementari e la tappa speciale dedicata ai mestieri artigiani del food della fortunata iniziativa “Indovinare la vita” di Confartigianato Imprese. Inoltre, sul tema della nutrizione incontrerà gli alunni Paolo Rozera, Direttore Generale di Unicef Italia.

Due i laboratori aperti al pubblico delle FDG, entrambi proposti da Confartigianato Imprese Provincia di Lodi: quello delle ore 16 del sabato sui dolci del Lodigiano e quello delle 15.45 della domenica dedicato a fare il formaggio.

Fuori Festival

Anche in occasione della nona edizione de “Le Forme del Gusto” è previsto un “fuori Festival” con molti locali del centro cittadino – come ristoranti, pizzerie, gelaterie e negozi specializzati – che proporranno menù e prodotti per assaporare subito sul posto o successivamente a casa le eccellenze del palato.